Invia le tue preferenze Invia CV Contatti

News

18
10/2019

L'INTELLIGENZA ARTIFICIALE E L'IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE


L'INTELLIGENZA ARTIFICIALE E L'IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE
In termini tecnici, l’Intelligenza Artificiale è un ramo dell’informatica che permette la programmazione e progettazione di sistemi hardware e software che consentono di dotare le macchine di caratteristiche umane, come ad esempio un’intelligenza decisionale ed introspettiva.
l’Intelligenza Artificiale oggi rappresenta una realtà che lascia aperti diversi dubbi relativi alle svariate possibilità di utilizzo dei sistemi intelligenti ed al loro impatto sul tessuto sociale ed economico. L’entusiasmo per l’evoluzione tecnologica è sicuramente molto evidente in diversi settori, ma di contro nella mente di molti si è insinuata la paura che a breve i robot possano sostituire totalmente l’uomo sui luoghi di lavoro, tuttavia già in diversi casi la macchina ha rimpiazzato la mano d’opera umana con un notevole risparmio sia economico che temporale.
Ma quali sono le paure dei dipendenti nei confronti di questa innovazione? La maggior parte dei lavoratori temono la perdita del posto ed una disumanizzazione dell’ambiente lavorativo. I soggetti che si considerano più a rischio sono quelli che non hanno avuto modo di sviluppare adeguate competenze tecnologiche e risultano dunque privi degli skill indispensabili, inoltre le donne, più inclini agli aspetti relazionali temono di perdere quell’umanità propria dei rapporti tra colleghi. Altri timori diffusi legati all’avvento delle macchine sono la perdita di capacità intellettuali nell’essere umano, e l’isolamento sociale.
Anche se i dubbi legati all’innovazione sono ancora molteplici, bisogna considerare il fatto che l’IA sarà migliorativa sotto diversi aspetti. Innanzitutto ottimizzerà l’aspetto occupazionale, creando circa 58 milioni di nuovi posti di lavoro, aprendo possibilità a categorie di lavoratori prima precluse, come ad esempio i portatori di handicap, inoltre porterà vantaggi sia a livello produttivo che di competenze, le quali verranno ampliate investendo nella formazione. Sono ancora pochi i lavoratori che affermano che la propria azienda investa su applicazioni di IA o formazione sul tema.
 


In termini di accettazione di tutte le innovazioni che comporta la nuova tecnologia è fondamentale il ruolo del dirigente nei confronti dei propri dipendenti. I senior manager devono in primo luogo capire l’importanza di investire sulla formazione, cercando di coinvolgere il più possibile le proprie risorse in percorsi nuovi e stimolanti atti ad adeguare le loro skill, ragionando su quanto questa abiliti e renda più efficienti. Infatti la maggior parte dei dipendenti, in termini di competenze, vorrebbe ricevere maggiore formazione nell’utilizzo di nuove tecnologie/software per portare a termine un’attività o migliorarne l’efficienza, specie in vista di questi significativi cambiamenti.
La parola chiave è  dunque formazione, un assiduo impegno per il miglioramento delle hard skill, elemento indispensabile per far affiorare i progressi connessi all’AI, che hanno portato alla nascita di sistemi che imparano, ragionano, vedono, sentono, dando così origine a nuove opportunità. In definitiva al miglioramento della qualità della vita, base di partenza per la costruzione di un futuro sostenibile.